Archivi categoria: news

Escursione al ŠPIČASTI VRH 1128m

L’8 febbraio 2018, dalla località di Kampelc 850m, situata nella zona denominata MRZLI LOG, punto di congiunzione delle foreste di PIRO e di TARNOVA, abbandonata la statale, che scende alla cittadina di ČRNI VRH, inizieremo l’escursione.
In breve ci immergeremo nel bosco abbandonando la “civiltà” con tutti i suoi suoni, soltanto la preziosa segnaletica ci accompagnerà, precisa e sicura, in questo ambiente. Non ci meraviglieremo quindi se in tutta la durata dell’escursione non incontreremo esseri umani.
Giunti a una accogliente casetta s’impone una brevissima sosta.
Ripresa la marcia la faggeta lascia piano a piano posto all’abetaia. Attraverseremo un’ampia radura dove sorprendentemente ci accoglie un minuscolo impianto di risalita dismesso probabilmente a causa della scarsità di precipitazione nevose negli anni passati. Alla fine della radura una carrareccia in moderata salita ci riporta all’interno della faggeta. Ormai pochi minuti ci separano dalla cima sulla quale trova posto un’alta torre panoramica. Depositati gli zaini a terra cominceremo la salita utilizzando, con grande attenzione, le scale tra un pianerottolo e l’altro.

DIFFICOLTÀ EAI

DISLIVELLO Salita m 400 circa. Discesa m 400 circa

DURATA ESCURSIONE ore 6.30 (escluso soste)

TRASPORTO Auto proprie

PARTENZA ritrovo: ore 6.45 a MONFALCONE – Parcheggio ospedale S. Polo – Sosta caffè Ajdussina

RIENTRO Ore 19.00 IDEM

QUOTA di PARTECIPAZIONE Contributo spese viaggio da concordare con chi del gruppo mette a disposizione l’auto.
I NON SOCI CAI devono attivare l’assicurazione (obbligatoria)

ISCRIZIONI Presso la Sede entro l’1 febbraio 2018

PRESENTAZIONE GITA Giovedì 1° febbraio 2018 alle ore 20.45. Richiesta presenza obbligatoria per i “nuovi” iscritti

ATTREZZATURA Ciaspe, bastoncini, ghette e guanti

CAPI GITA
Gianfranco Beltrame Tel. 3405322909
Leonardo Serafini Tel. 3453426248
della Commissione Escursionismo

scarica il volantino

Monfalcone: Nuova vita per il rifugio sotto alla Rocca?

il tunnelTutti gli Stati europei che hanno avuto sul proprio territorio, loro malgrado, la costruzione di innumerevoli rifugi sotterranei per la protezione degli abitanti, hanno dato vita al recupero e alla valorizzazione di queste opere. In questo contesto non si possono dimenticare le grandi opere belliche francesi, tedesche, olandesi, danesi, italiane, ecc. che avrebbero dovuto impedire lo sbarco e l’occupazione dell’Europa da parte delle forze alleate. Continua la lettura di Monfalcone: Nuova vita per il rifugio sotto alla Rocca?